44 gatti in fila per sei…

locandinafestagatto

Ma come, mi era sfuggito che dal 1990, c’è la festa internazionale del gatto, il 17 febbraio. Io che ho sempre avuto gatti per casa da quando ero piccola. Ciocorì, Lillo, Mimma, Tigro, Birba, sono i nomi dei gatti che ho avuto. Poi sono arrivati Brisbi, Perla e Milli.
Il 17 febbraio, il giorno scelto per la festa felina, è una data simbolica ed è stato scelto il mese di febbraio perché è considerato quello degli "spiriti liberi". Il numero 17, secondo i superstiziosi porta sfortuna, per dimostrare la superiorità felina davanti alle comuni credenze popolari che, in passato, hanno portato quasi allo sterminio della razza.
In Italia, la festa ufficiale si svolge in diverse città, con una serie di iniziative dedicate ai felini  con mostre di pittura, artigianato, libri, filmati e oggettistica con protagonista il gatto. In Italia e nel mondo siamo tanti ad essere gattofili, amanti dei gatti, delle loro forme sinuose, del  loro carattere e indipendenza. Sono tanti i luoghi comuni sui gatti, che non sono affettuosi, che sono scontrosi e poco fedeli, tutte storie! Deve essere questa passione felina che porta non solo me ma anche mia figlia a circondarci di oggetti che li raffigurano, eccone una piccola parte..scatole di latta, portapillole, il bric per il latte e perfino un gatto di cartapesta. 

scatole di latta.JPG gattocartapesta
  
Un gatto non dormirebbe mai su un libro mediocre, ha scritto Harold Weiss, e a proposito di gatti e libri, a Genova è un gatto la mascotte della Biblioteca Berio e da Antonio, ho saputo di questo  sito web americano che si occupa di raccogliere le segnalazioni dei gatti da biblioteca in giro per il mondo.
Le foto dei gatti di biblioteca sono davvero simpatiche. Sono gatti che vivono tra i libri, con la scusa di acchiappare i topi ma con il vero compito di essere compagni di lettura di chi nelle biblioteca studia – spesso premurandosi di ronfare sopra le pagine aperte, come sa bene chi ha un gatto che gira per casa. Il curatore del sito in questione, Gary Roma, nell’articolo spiega che i gatti di biblioteca sembrano avere delle caratteristiche precise: non fanno pipì sui libri, non si strusciano sugli addetti quando questi hanno le braccia piene di testi, non fanno danni nei giorni di chiusura. 

Un pensiero riguardo “44 gatti in fila per sei…

  1. Beeelli i gatti di biblioteca! 🙂
    Ho visto la vostra adesione a blog gattaro, ma non ho ancora aggiornato l’elenco perchĂ© non vedo il banner: ci sono problemi con la stringa, oppure avete cambiato idea? Mi fate sapere, per favore?
    Bel blog, complimenti, mi riprometto di esplorarlo! 🙂
    Patt

    Mi piace

Deja un comentario - Say someting kind! (must be approved and please let me know who are you)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...