Lucidi

Cosa faccio li butto? Mi chiede Paola, la nostra segretaria, con in mano una pila di lucidi per la lavagna luminosa. Sono i più vecchi, quelli che non uso a lezione da un po’. Stiamo facendo il trasloco in istituto da una stanza all’altra e lei ha deciso che le cose che non servono vanno eliminate. Non sa che io invece in tutti questi anni li ho tenuti perchè mi ricordano i miei primi anni all’inizio dell’attività didattica. Ne sono passati più di quindici. Ne ho accumulati diverse centinaia di lucidi su tanti argomenti e ci sono generazioni diverse. I primi sono un po’ sbiaditi, scritti a mano, con il pennarello nero ma ci sono anche quelli con i pennarelli colorati. Poi è arrivata la generazione di quelli da fotocopiatrice, molto più costosi, inizialmente era possibile fotocopiare solo in bianco e nero e successivamente a colori. E infine quelli di ultima generazione, sono adatti per la stampante del PC sia in b/n che a colori. 

lucidi

Tutti sono stati fedeli compagni delle mie lezioni e anche adesso, che tutte le aule della Facoltà di Medicina dell’Università in cui lavoro, sono dotate di personal computer e connessione internet, preferisco portarmeli appresso e non usare le presentazioni in Power point, incompatibili con la lavagna su cui ho l’abitudine di continuare a scrivere formule chimiche, strutture e vie metaboliche.

Immagine 221.jpg

Di lucidi ne ho accumulati molti perché le materie che ho insegnato, sono diverse e ho cercato ogni anno di aggiornare il materiale  rispetto al precedente. Ecco quelli sulla Biochimica del muscolo scheletrico, preparati per i primi anni del corso di Biochimica per Fisioterapisti, poi ci sono quelli di chimica per il corso riservato agli infermieri. Ma in assoluto quelli in quantità maggiore, sono quelli di Biochimica degli alimenti, visto che da parecchi anni i corsi che mi sono stati affidati riguardano l’alimentazione e gli effetti sulla salute. Grassi, carboidrati, proteine, tecnologie alimentari, vitamine, sali minerali, biotecnologie, ecco gli ultimi sulla scrivania, pronti per la prossima lezione.

Cosa faccio allora li butto? insiste Paola. Ha già capito che non sarà facile per lei convincermi.

Deja un comentario - Say someting kind! (must be approved and please let me know who are you)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...