Liquirizia e regaliz

scatole amarelli

Quando l’altro giorno a Urbino ho visto nella vetrina di una tabaccheria, queste scatole piene di confetti di liquirizia, non ho resistito e ne ho prese un paio. Sono della Amarelli, una delle principali aziende italiane produttrici di liquirizia e derivati, si trova in Calabria a Rossano ed è in funzione dal 1700.
La liquirizia è un sapore lontano per me e vi spiego subito il motivo. La sottoscritta dopo la seconda gravidanza si è trovata con livelli di pressione arteriosa al di sopra della media, non solo ho diminuito fino a quasi ad azzerare il consumo di sale a tavola, ma ho cercato di evitare o ridurre tutti quei fattori alimentari che se assunti in quantità elevata hanno un effetto ipertensivo. La liquirizia è nota per le sue proprietà ipertensive, ovviamente l’effetto dipende dalla quantità e dalla lavorazione, ma con il tempo il sapore della liquirizia è diventato sempre più raro.
Il ricordo della liquirizia per me è associato alle mitiche rotelle che si vendevano sfuse e se ricordo questo sapore, è inevitabile pensare alle scuole medie e a un baretto di fronte alla scuola Leopardi in Via Veneto. Noi studenti ci passavamo prima di entrare in classe per prendere la merenda, bibite o caramelle e le mitiche rotelle di “rigolizia” come si dice liquirizia in dialetto anconetano.

L’uso alimentare della liquirizia ha origini lontane. E’ un prodotto conosciuto da oltre duemila anni in Italia è la Calabria la regione produttrice principale, e a Rossano c’è anche un museo dedicato a questa pianta.

museo

Per molti secoli il suo impiego fu terapeutico poi si pensò di commercializzarla non solo per le sue proprietà terapeutiche ma anche per una serie di proprietà gradevoli e benefiche. La commercializzazione della radice di liquirizia da un lato, iniziò, perché i feudatari calabresi avevano capito che, poteva essere una fonte di reddito, dall’altro, perché avevano necessità di eliminarla in quanto infestava i terreni impedendone la coltivazione. All’inizio del 1700, si iniziò a tritarla e a sottoporla a bollitura per ottenerne una specie di tisana, poi si pensò di portarla allo stato solido. A questo punto, poteva essere lavorata a mano, ridotta in bastoni prima, e poi tagliata. Nasceva così la liquirizia che mangiamo ancora oggi. Negli ultimi anni è diventato un prodotto alla moda, si usa in cucina e a base di liquirizia si trovano anche bibite come questa, liquori e digestivi.

piantaradici
caramellecaramelle nere

Mariana e Paula mi hanno raccontato che quando sono state a Macerata, Nicola gli ha fatto assaggiare delle liquirizie. E a loro è venuta in mente una caramella argentina che mangiavano da piccole ed era secondo loro di un sapore orrendo che a pochi bambini piaceva. Ora da grandi non pensano lo stesso. Dicono che ha un sapore speciale, amaro, forte dato che è elaborato con l’anice. La differenza con la liquirizia italiana è che questo non è masticabile bensì è duro a forma di pallina, alcuni dicono ci vuole mezz’ora per dissolverla, da lì il nome, 1/2 Hora. Altri sostengono che il nome derivi dal fatto che le caramelle erano prodotte nell’ultima ora del ciclo produttivo, con i resti delle altre caramelle, da cui deriverebbe quel colore scuro e indefinito.

caramelos-media-hora-agua.jpg

Ma parlandone con me e avendo letto altri blogs, a quest’ultima teoria non ci credono. Piuttosto pensano che questo 1/2 Hora sia una caramella diversa, pero che magari ha i suoi antecedenti nella famosa liquirizia.

2 pensieri riguardo “Liquirizia e regaliz

  1. Bravissime Paula, Mariana e Gianna!!! Mi è piaciuto molto il vostro riasunto su la liquirizia. Ne l’ho conosciuta essendo propriamente nel sud d’Italia, in Calabria ma poi viene assaggiata da me a Roma… appena fatto… oh! il ricordo della caramella 1/2 hora!!! Anch’io sono argentino, abito a Buenos Aires… amo l’Italia però… I miei sono tutti italiani.
    Be’ vi ringrazio il commento su questo sapore. Ho trovato vostra relazione giachè cercavo il paragone tra la liquirizia e il regaliz… un mio amico alla Spagna ne prendeva tanti nella sua infanzia.

    Arriverci!
    Marcelo

    Mi piace

  2. complimenti per l’esposizione, vorrei aggiungere anche che la liquirizia, tra le sue proprietà si aggiunge anche quella di essere valid anche come fluidificante del sangue, sicchè….

    Mi piace

Deja un comentario - Say someting kind! (must be approved and please let me know who are you)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...