‘Un tè con Elisabetta II’, una mostra al museo Glauco Lombardi di Parma dal 29 aprile al 2 luglio.

Manca poco più di un mese alla mostra Un tè con Elisabetta II al Museo Glauco Lombardi di Parma. Inaugurazione e presentazione del nuovo catalogo sabato 29 aprile alle 11, visite guidate sabato pomeriggio e domenica mattina e pomeriggio, poi due week end a maggio e giugno. E da dove arrivano tazze, teiere e commemorative potteries? Dalla collezione personale di Marina Minelli. Se siete appassionati di teste coronate, storia di re e regine sicuramente la conoscete. Marina infatti è l’animatrice del blog Altezza Reale, unico blog italiano dedicato ai royal.

La Mostra parmense si prefigge di celebrare  la lunga e gloriosa vita di Elisabetta II attraverso le commemorative potteries, ovvero le ceramiche commemorative inglesi.  I memorabilia, o come li chiamano oltremanica, i commemoratives, sono uno degli elementi chiave della relazione fra la dinastia e la nazione. Mug e tazze favoriscono la condivisione popolare degli eventi legati alla monarchia perché attraverso di essi i sudditi possono simbolicamente prendere parte a una celebrazione e farla propria attraverso il rito inglese per eccellenza: l’afternoon tea. Nessuna manifattura, dalla più prestigiosa alla più commerciale (per esempio Wedgwood, Spode, Burleigh, Royal Albert, Mason, Churchill, Royal Doulton, Aynsley), si è sottratta a questo rito che, se pur in modo più contenuto, continua tuttora: le nozze di William e Kate, il giubileo di Diamante, la nascita dei principini George e Charlotte e i novant’anni di The Queen hanno dato vita ad una nuova ondata di memorabilia davvero incantevoli.

In occasione della mostra parmense sarà anche disponibile la nuova edizione del libro/catalogo “Un tè con la regina“, arricchita con maggiori contenuti e ultime acquisizioni). Il catalogo può essere acquistato in anteprima qui

Fonte: Produzioni dal basso, Altezza Reale

I libri in gondola. La Libreria Acqua Alta a Venezia

libreria Acqua Alta Venezia

Se avete in mente un viaggio a Venezia, non potete non andare a fare visita alla Libreria Acqua Alta. A pochi passi da Piazza San Marco. Una meraviglia la libreria dove trovare libri fotografici, cataloghi d’arte, musica, poesia e teatro, vecchie cartoline e tarocchi veneziani, carte da poker e ramino con immagini del Canal Grande. E ovviamente tanti altri libri, in prevalenza su Venezia.

L’anima della libreria è il Sign. Luigi Frizzo, una celebrità, divenuto famoso per i veneziani e per i turisti: “the most beautiful library in the world”.

Sestiere Castello, 5176/B, 30122 Venezia

Tra i libri sonnecchiano vari felini che accettano volentieri di essere fotografati.

gattiaVenezia
gatto a Venezia
libreria acqua alta

Fonti: venezia.net
thevenicetimes.

Natale da gatti

https://ciaffi.files.wordpress.com/2012/12/natalegatti2.jpg?w=207

Per tutti gli amici gattofili una iniziativa natalizia ideata da Silvia: “un Natale da Gatti”, una raccolta fotografica a tema. L’idea è di mostrare come i nostri felini partecipino alla nostra quotidianità e ai momenti più speciali, in questo caso le festività natalizie.Tutte le foto saranno pubblicate sul blog il 6 gennaio 2013 e sarà reso disponibile un libro virtuale della raccolta.

Ecco le regole per partecipare:

-Si partecipa con al massimo una foto per persona.
-La foto deve essere chiaramente a tema natalizio.
-Non valgono le foto “ritoccate” (es. non aggiungete un berretto da Babbo Natale a una normale foto del micio).
-Inviate la foto a: nataledagatti@gmail.com .
-Non pubblicate quindi la foto sui vostri blog.

affrettatevi, c’è tempo fino al 31/12/2012.

Il 6 gennaio 2013 sarà estratto a sorte un vincitore, che si aggiudicherà uno dei seguenti libri (a sua scelta): Storie di gatti di James Herriot, o Gatti molto speciali di Doris Lessing, o 1001 cose da sapere e da fare con il tuo gatto di Roberto Allegri.

Passaparola!

Fonte: rumoredifusa

Eat more fruit and vegetables

Con il nuovo anno scolastico dovrebbe riprendere il progetto “Frutta nelle scuole” coordinato dal Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, non senza qualche problema organizzativo.

Cercando in rete troviamo molti poster e locandine sulla frutta e sul suo ruolo nell’alimentazione. Non mancano le curiosità tra i poster vintage sull’importanza della frutta e degli ortaggi per le loro proprietà nutrizionali.

Cominciamo da questo poster scolastico che esalta gli agrumi per il loro contenuto in vitamina C.

EAT ITALIAN BANANAS? Fa sorridere vero? Eppure è proprio scritto così. Testimonial del consumo di banane il ciclista Leraco Guerra.

mangiate banane italiane ?

Ecco uno spot spagnolo che incoraggia la spesa di frutta Made in Spain

eat spanish fruit

Potevano mancare le mele? Eccole in questo poster “Buy Your Apples By the Case” del 1930.

Eat more apples

Un poster neozelandese sul ruolo salutistico della frutta, è degli anni venti, l’autore Joseph Bruno Moran (1874 – 1952) su commissione della NZ Dominion Mark Fruit Company.

E una locandina sull’uva come protagonista. “Eat me and grow young”

Dalla Boston Library questa locandina che risale probabilmente agli anni 1910-50.

Eat more fruit

La copertina di un disco “Eat more fuit”

Fonte:

http://thenewzealandjournal.blogspot.com/2010_03_01_archive.html

http://vintagegoodness.blogspot.com/2011_03_01_archive.html

Il Festival dei Gufi 2010

Torna il Festival dei Gufi 2010. Dopo tre anni, ricordate? ne avevamo parlato.
Marco Mastrorilli, l’organizzatore ci ha scritto che quest’anno ci saranno novità e aggiornamenti.

Contribuiamo a divulgare le date dell’evento e il programma. Il Festival dei gufi 2010 si terrà il 2 ed il 3 ottobre 2010 al Castello di Corticelli.

Il festival è organizzato in collaborazione con l’Associazione La Val Tidone (coordinata da Valentino Matti) ed oltre al Castello di Corticelli (Nibbiano – Piacenza) è stata scelta come altra sede la prestigiosa Rocca di Borgonovo Val Tidone, uno splendido maniero nelle cui segrete sotterranee che un tempo ospitavano le prigioni è stato ricavato un elegante spazio per conferenze.

Ecco il programma:

1 ottobre 2010 Galà di presentazione del Festival dei gufi, con la presentazione del documentario Uomini e Gufi realizzato da Marco Mastrorilli e Dario Soldi con produzione di Telecolor

2 ottobre a Corticelli inizierà il Festival dei gufi nel castello, durante la mattinata si svolgerà nella rocca di Borgonovo (a 15 minuti dalla sede del festival) un convegno scientifico che ha avuto il Patrocinio scientifico del CISO (Centro Italiano studi Ornitologici), ASOER (Associazione Ornitologi Emilia Romagna), Gruppo Italiano Civette e Parco Regionale dello Stirone.

Tra gli interventi un contributo sulla Civetta capogrosso in Veneto di Francesco Mezzavilla uno tra i fondatori dei Faunisti Veneti. Un contributo di Sergio Tralongo, direttore del Parco dello Stirone e di alcuni suoi collaboratori sull’Assiolo nel Parco dello Stirone. Seguirà una review sullo status dei rapaci notturni nella provincia di Piacenza. Verrà presentato il progetto Gufiamo a cura del Team che segue il progetto nazionale (A.Usai, A. Tonelli, M.Sighele e M.Mastrorilli).

Ci sarà una sessione poster dedicata a contributi inviati da autori e ricercatori italiani.

Fervono i lavori per altri eventi che si svolgeranno in una prestigiosa villa piacentina nel quale sarà svolto un evento importante sabato sera. Stay tuned!

Ma le sorprese non sono finite. L’intera Val Tidone con il Festival sarà coinvolta, ci sarà la possibilità di partecipare ad uno speciale gioco a premi CACCIA AL GUFO che vi condurrà in una caccia al tesoro -ovviamente nessun atto violento contro i gufi!- tra i vigneti e le splendide colline della valle ove potrete simultaneamente apprezzare il vino, i salumi, il miele e altri prodotti tipici della Val Tidone giocando ad un caccia al tesoro ove il tesoro sarà il gufo. Ci saranno 13 realtà produttive agricole locali, la Collina in bocca, che saranno identificate con il nome di uno dei 13 rapaci notturni europei. Un connubio quindi tra la passione dei gufi a quella per il piacere dell’enogastronomia.

Avete visto il video di sintesi e di presentazione della Val Tidone dove si terrà il festival e del castello di Corticelli?

Al Castello di Corticelli si terrà una mostra collettiva di illustrazione e pittura naturalistica senza precedenti in Italia per qualità e dimensioni. Il tema ovviamente saranno i gufi. Solo questa situazione merita il viaggio e la visita dell’evento.

Non mancheranno mostre fotografiche con alcuni degli scatti più belli realizzati in Europa per alcune specie di Strigiformi. Oltre un centinaio di grandi immagini dedicate ai rapaci notturni.

Seguite l’evento al link www.festivaldeigufi.it

CHI VUOLE PARTECIPARE o COLLABORARE con qualche attività o evento può contattare gli organizzatori.

Per informazioni:

Organizzazione Associazione La val Tidone, per info e contatti scrivete a festivalgufi@libero.it o marco.mastrorilli@tin.it

Fonte immagine 

La fabbrica delle bambole

Oggi ho visto un servizio su “La fabbrica delle bambole“, una bottega artigiana di Roma, aperta dal 1939.
Intervistata la signora Pierina Cesaretti che con il marito, è titolare della bottega di via Magnanapoli.

Pierina Cesaretti

La bottega dovrebbe essere sfrattata perchè l’immobile è stato venduto. Le ultime notizie sui giornali locali davano l’evento imminente nel mese scorso. Forse si può salvare ancora questo luogo storico. Passaparola!

Fonte e immagini